Se fino a 30, 25 anni fa il pane era la parola-stimolo per l'evocazione della miseria e della lotta, appunto, per il pane, e "pane, amore e fantasia "significava - al di là di qualche salace allusione - soprattutto povertà contadina, oggi la cultura del benessere ha inglobato anche il "nostro pane quotidiano".

E' diventato un'eccitante festa per I'occhio e una delizia per la gola, che rende lecito qualche peccato e lascia comodamente che si pensi ad altri piaceri. Concedetevi quindi alle lusinghe del fornaio perché solo Lui sa ... di che pasta e' fatto il pane che vi piace di più.
Tratto da " La Civiltà del Pane"
Ricette

PERE ALLA CREMA
Pere alla crema
Dosi per 4 persone

ingredienti:
- 4 pere
- 60 gr. di zucchero
- scorza d'arancia
- 2 uova
- di latte magro
- fecola di patate

Preparazione
A recipiente coperto cuocete le pere in poca acqua,
aromatizzatele con la buccia d'arancia, quindi alla fine della cottura
aggiungete metà dello zucchero indicato.
Con quello rimasto battete a crema spumosa le uova;
aggiungete gradatamente un cucchiaino di fecola di patate
e lo sciroppo di cottura delle pere.
Su fuoco dolce portate la crema fino all'ebollizione,
mescolando continuamente perché non attacchi.
Accomodate le pere e versate sopra di esse la crema calda.
Buon appetito!

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Pane casereccio

Ingredienti:

250 grammi di farina 00;

250 grammi di farina di Manitoba;

300-350 grammi di acqua del rubinetto fredda;

3/4 di dado di lievito di birra;

Un cucchiaino da the di sale;

Procedimento:

Prendete una casseruola di plastica capiente e versate al suo interno 150 grammi di farina (unite le due farine prima di partire) e 100 grammi di acqua del rubinetto fredda unita al lievito di birra.

Mescolate tutti gli ingredienti in modo da creare un impasto omogeneo e coprite il tutto con un canovaccio caldo/umido per almeno mezz’ora circa. Trascorso questo periodo aggiungete il sale e il resto degli ingredienti, impastate il tutto e ricoprite per circa 3 ore sempre con un panno caldo/umido.

La temperatura esterna deve essere di circa 25°C. 

Trascorso il tempo di lievitazione cominciate a stendere su un piano di lavoro infarinato l’impasto che si è appena creato in modo da creare un rettangolo alto circa 2 cm.

Arrotolate su se stesso il rettangolo di pasta in modo da creare una sorta di rollata, praticate una croce aiutandovi con un coltello e adagiate il tutto su una teglia da forno ricoperta da carta da forno e mettete dentro al forno spento per altri 50 minuti circa.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Pane senza lievito o pane azzimo, ecco la ricetta:

Il pane senza lievito, detto anche pane azzimo, è molto semplice e per certi versi è anche più rapido e intuitivo del pane con il lievito, impiegherete circa 2 ore, lievitazione compresa. Il pane senza lievito non è un pane dietetico, paradossalmente contiene anche più calorie del pane classico, circa il 30% in più; questo perchè in 100 grammi di pane normale, una percentuale di peso è rappresentata dall’aria intrappolata al suo interno, che non c’è invece nel pane azzimo. Se la vostra dose di pane è 100 grammi, di pane senza lievito sarà 80 grammi. Il pane senza lievito è indicato per le persone che soffrono di intolleranze alimentari o che notano che i prodotti lievitati gli causano disturbi.

farina bianca 00: 300 gr

farina integrale: 150 gr

acqua: 300 ml

Olio 1 cucchiaio

Sale  6  g.

Setacciate le farine con il sale e mescolatele tra loro, poi mettetele sulla spianatoia e formate una fontana, unite gradualmente l’acqua tiepida ed impastate energicamente per 20 minuti.

Formate una palla e lasciatela riposare per un’ora. Stendete la pasta con il mattarello e formate una sfoglia di circa mezzo centimetro, poi ricavate dei dischi. Mettete il pane in una teglia unta di olio e pennellate la superficie dei vostri panini con l’olio.

Cuocete i vostri panini in forno preriscaldato a 250°C per circa 20 minuti, a metà cottura girate i panini così si avrà una cottura uniforme.

    video ricetta 
    La pinza




    tipico dolce che si consuma prevalentemente nel periodo dell'Epifania.

    Ingredienti:

    1 kg di farina "o"
    0,5 l. di latte
    100 g. di zucchero
    200 g di polpa di zucca precotta (bollita o al forno)
    100 g di strutto o burro o olio d'oliva
    500 g di polenta pronta o preparata a parte
    500 g di uvetta sultanina
    250 g di fichi secchi tagliati a cubetti
    50 g di semi di finocchio
    2/3 panini raffermi ammollati in acqua e sminuzzati
    25 g di lievito (un cubetto)
    aromi a piacere senza esagerare
    un pizzico di sale o quanto basta  (Q/B)

    procedimento:

    amalgamare in una terrina capiente la zucca in polpa cotta,lo zucchero,la polenta, i semi di finocchio, il latte, il sale, il lievito evitando di metterlo a contatto del sale e gli aromi.  Una volta ottenuto l'impasto, aggiungerci la farina e l'uvetta.
    Impastare fino all'assorbimento della farina e all'occorrenza aggiungere altra farina o latte a seconda se si preferisce morbido o meno l'impasto.
    Versare il contenuto in un recipiente da forno precedentemente unto o rivestito di carta teflon... va bene una vaschetta in alluminio ma non superare i  4-5 cm di spessore. Lasciare a temperatura ambiente un paio di ore e poi infornare a 200° per circa un ora. La temperatura del forno è indicativa e varia a da forno a forno. Tenere conto che è quella per la cottura del pane.

    Lasciare  raffreddare e consumare


    come non buttare il pane vecchio







    prova
    Produzione e Vendita Via Cherso, 5 - 31045 Motta di Livenza (TV)
    Tel. 0422.766307 - Fax 0422.764784 - PEC amministrazione@pec.dridani.com - P.Iva 03676640265
    Rivendita Piazza San Rocco, 6 Tel. 3662810422 - 31045 Motta di Livenza (TV)
    Privacy Policy